LA MIA STORIA

Sono nata ad Offida, un piccolo paesino delle Marche, nel 1984. Disegno da quando ne ho memoria e molto lo devo a mio padre, disegnatore e fabbro. Una volta finito l’Istituto Statale d’Arte O.Licini, l’unica università che ho sentito di poter frequentare è stata l’Accademia di Belle Arti. Ad Urbino la mia ricerca comincia dalla pittura per arrivare fino alla body e alla video art. Completamente innamorata del video, entro alla Libera Università del Cinema di Roma e in seguito al Centro Sperimentale Televisivo.
Da qui il mio percorso tende ad unire le tecniche pittoriche a quelle multimediali, e oscilla fra la realtà del documentario e l’introspezione della video arte.
Ho  lavorato per un canale di Sky ad una serie di documentari che mi hanno portata in luoghi meravigliosi, dalla Svezia al Sud Africa e realizzato attraverso canali indipendenti e di Crowdfunding documentari e cortometraggi. Fra questi Me Sem Rom, riconosciuto da Amnesty International come documento importante per la lotta ai diritti umani.
Dal 2017, grazie all’intuizione di due amici artisti, conosco e mi avvicino alla Sand Art da autodidatta.